Ci e’ stato commissionato l’allestimento di un Unimog destinato ad un lungo viaggio nel deserto.

Proprio per le caratteristiche del viaggio, il veicolo doveva essere dotato di impianti che garantissero un’ottima autonomia di energia elettrica, un’adeguata scorta di acqua, un buon riscaldamento, tutto il comfort possibile per un viaggio che non avra’ la durata di una consueta vacanza ma bensi’ di alcuni anni di lavoro e, ultimo benche’ non meno importante,  tutte le possibili garanzie di robustezza e durata!

Si, proprio cosi’! Se la batteria che “ci molla” a meta’ del week-end lasciandoci senza corrente e’ per noi una grossa seccatura ma lasciare questo veicolo in mezzo al deserto senza corrente e’ un disastro epico!

…. CHE L’AVVENTURA ABBIA INIZIO!!!!

L’Unimog ci e’ stato consegnato, in un primo tempo, dotato di cellula coibentata, finestre, oblo’ a tetto e porta di ingresso.

Dopo aver tracciato gli ingombri in base al progetto, abbiamo provveduto a posizionare le canaline per l’impianto elettrico.

Quindi, mentre il Cliente si occupava di fabbricare ed installare parte del mobilio (armadio, mobile cucina, pensili e cassapanche) e le pareti del bagno…..

… noi accatastavamo scatole e scatoloni!

PRONTI?

Si parte con l’impianto elettrico che sarà dotato di componenti Victron Energy.

Iniziamo a posizionare il pezzo più importante (e ingombrante) dell’impianto elettrico: caricabatterie e inverter in un unico dispositivo con una potenza di 3000 VA ….

…. e successivamente gli altri componenti ….

… un chilometro di cavi ….

… ed ecco il Color Control GX il cervello di tutto l’impianto, da qui si potrà gestire tutte le funzioni e monitorare ogni componente dell’impianto elettrico

Prima di installarlo e’ pero’ meglio controllare che il software sia aggiornato, quindi ci serve con una connessione internet, un cavo di rete e una batteria e ….

…. ora e’ tutto ok!

PROCEDIAMO!

Ecco il vero cuore dell’impianto elettrico, il caricabatterie/inverter Multiplus.

Sarà lui a caricare le quattro batterie ed a fornire la corrente a 230V ogni volta che sara’ necessario.

Accanto collochiamo il Battery Protect per evitare di scaricare eccessivamente le batterie, uno staccabatteria manuale e il convertitore 24/12V per alimentare le apparecchiature funzionanti a 12V.

Tutti prodotti Victron Energy.

Componiamo il pannello di comando su cui son stati installati due quadri distribuzione Blue Easy System con interruttori magnetotermici per la sicurezza di tutte le varie utenze, il Battery Monitor il pannello di controllo del carica batterie Multiplus Victron Energy e il comando del riscaldamento Webasto ….

… e lo installiamo.

OK!!! Siamo soddisfatti anche dell’estetica!

Mancano ancora gli strumenti per il livello dei serbatoi dell’ acqua ed il comando del riscaldatore Webasto che aggiungeremo in seguito.

Posizioniamo il pannello di controllo Color Control GX, da qui avremo sotto controllo tutto l’impianto elettrico ….

… e colleghiamo tutte le linee agli interruttori magnetotermici …..

…. ed i “negativi”.

Mentre l’impianto elettrico inizia a prendere forma, iniziamo anche a posizionare il boiler Truma da 10 lt. e il riscaldatore a gasolio Webasto Air Top 2000 …..

….. le tubazioni per il riscaldamento …

…. e le bocchette.

Ora passiamo all’impianto idraulico per il quale sono stati scelti materiali John Guest.

Facciamo passare tutti i tubi necessari e man mano che monteremo i relativi utilizzatori li andremo a collegare.

La prima utenza pronta per essere collegata e’ il boiler.

Intanto ultimiamo l’installazione del riscaldatore Webasto fissando il tubo di scarico e la presa d’aria esternamente sotto alla cellula.

Il tubo di scarico non si vede dalla foto ma e ben lontano dalle vaschette dei freni.

Andiamo avanti con l’installazione del boiler.

Dopo aver tagliato la parete installiamo il camino del boiler, sigillando l’apertura con il mastice ….

…. e montiamo la griglia esterna.

Il coperchio della griglia esterna del boiler viene verniciato in tinta con la carrozzeria dell’Unimog.

Ora procediamo con l’installazione di due serbatoi per l’acqua potabile e del serbatoio aggiuntivo per l scarico del WC.

Il serbatoio di raccolta delle acque grigie era gia’ presente sul veicolo.

Il progetto prevede l’installazione di un WC Thetford Cassette con maceratore e di serbatoio aggiuntivo per le acque nere.

Dunque dopo aver smontato il serbatoio del gasolio prepariamo le staffe per sostenere il serbatoio per il WC…

…che è dotato di valvola di scarico a comando elettrico.

E anche il serbatoio aggiuntivo per le acque nere ha trovato la sua collocazione!

Ritorniamo ancora una volta sull’impianto elettrico.

Abbiamo montato uno stacca batteria dedicato esclusivamente all’alimentazione del verricello posteriore che servirà a scaricare le ruote di scorta ….

…. il regolatore di carica dei pannelli solari Victron Energy ….

…. quattro belle batterie…..

…. con le loro staffe di fissaggio.

Prepariamo la struttura per sostenere i quattro pannelli solari ….

… posizioniamo i pannelli sul tetto e li colleghiamo.

Intanto installiamo anche  la centralina porta fusibili per le utenze a 12 V.della cabina come, ad esempio, il navigatore e la radio ….

…. ed una presa 230 V, una presa del gas e una presa dell’acqua accessibile dallo sportello esterno per eventuali necessità (una doccia? una grigliata con gli amici?)

Ora dedichiamoci un po’ al bagno ….

Posizioniamo il WC ….

…. ed il lavandino ribaltabile…..

…. che chiuso non portera’ via alcuno spazio …

…. ed infine posizioniamo lo sportello di estrazione della cassetta del WC che e’ stato verniciato con il medesimo colore della carrozzeria.

Ora ci dedichiamo al letto basculante a movimento elettrico.

Dopo lo studio ” a banco” ….

…. si parte ….

… ma non è stato semplice …. ci ha dato filo da torcere…

…. ma alla fine ….

… abbiamo vinto noi!!!

Nel frattempo sono stati ultimati i due gavoni posteriori, uno per gli attrezzi…

…e uno per le bombole del gas…

….  i serbatoi dell’acqua e il piatto doccia, tutti fatti su misura in acciaio inox.

Procediamo con l’installazione del piatto doccia ….

…. et voila’, il piatto doccia c’e’ …

… ed anche il miscelatore!

Ora procediamo con l’installazione dei serbatoi che prima devono essere corredati di raccordi e galleggiante per l’indicatore di livello VDO.

Posizioniamo il primo serbatoio nella cassapanca ….

… ed il  secondo nell’armadio ….

FATTO!!!

Ma come si lavora bene quando gli accessori sono fatti su misura!!!

Intanto prosegue la saga sull’impianto elettrico …. gia’ …. mancava l’illuminazione che finalmente e’ arrivata da Dimatec e da MCR.

Installiamo la prima luce, la colleghiamo alle batterie e …

…. FIAT LUX, ci siamo illuminati !!!

Proseguiamo con l’installazione della plafoniere sotto il pensile della cucina, sopra la porta ….

…. e infine la luce esterna.

Per finire una bella serie di prese USB per caricare ogni tipo di apparato elettronico, dallo smartphone al tablet alla lampada portatile…Ed eccoci qui, questo e’ lo stato attuale dei lavori interni!

Procediamo con l’impianto idrico.

Installiamo la pompa dell’acqua ShurFlo ed il filtro anti batteri ed anti legionella di AcquaTravel ….

…. e due bocchettoni esterni in acciaio per il carico dei serbatoi dell’acqua nei due serbatoi

Passiamo ai gavoni esterni.

Prepariamo le staffe di fissaggio ….

…. e procediamo con il primo gavone dedicato alle bombole ….

…. che viene fissato al pavimento e al controtelaio della cellula.

Il primo gavone e’ montato ….

…. ed il secondo gavone porta-attrezzi lo segue a ruota!

Ora ci dedichiamo alla cucina, installiamo il piano cottura della Can ….

… il lavello ….

…. ed il frigorifero VitriFrigo da 115 lt. a compressore.

Anche il quadro comando e’ stato completato con lo strumento per il livello acqua potabile VDO, lo strumento Victron per il controllo dello stato delle batterie, il pannello di comando del caricabatterie/inverter Victron MultiPlus ed il pannello di comando digitale per il riscaldamento Webasto che sono stati via via collegati alle apparecchiature.

Sotto agli strumenti, tutti i vari interruttori magnetotermici che sezionano l’impianto elettrico.

Ed ecco il Color Control di Victron Energy. uno strumento tanto piccolo quanto potente che permette di accedere ai dettagli di ogni strumento collegato al Color Control stesso.

Vista riassuntiva. In basso a destra l’energia prodotta dai 4 pannelli solari che, nonostante un timido sole di inizio inverno, in quel momento producevano ben 178 Watt. MICA MALE!!!!

Il nostro lavoro e’ finito.

Dopo 2 mesi abbiamo raggiunto il traguardo di questa fantastica e nuova esperienza.

E’ stato davvero impegnativo ma la soddisfazione è stata tanta.

Il Cliente che ci ha commissionato il lavoro provvedera’ alle rifiniture, ad installare il rivestimento del pavimento, gli sportelli mancanti, i cuscini e tutto cio’ che rendera’ la Sua lunga permanenza lavorativa in posti inaccessibili ai piu’ una buona permanenza.

Piu’ che in ogni altra occasione e’ proprio il caso di augurargli “Buoni Kilometri!!!”